Arezzo: cosa fare nella settimana dall’8 al 15 febbraio

MOSTRE / L’idea del viaggio nelle sculture di Gustavo Aceves 

Fino al 15 febbraio ad Arezzo “Lapidarium: dalla parte dei vinti” di Gustavo Aceves, una grande esposizione itinerante dedicata a uno dei massimi interpreti dell’arte contemporanea. La mostra propone opere realizzate in pietra, bronzo, resina, legno e altri materiali. Collocate in più luoghi del centro storico aretino (San Francesco, Sala Sant’Ignazio, Sagrato del Duomo e Fortezza Medicea), le monumentali sculture di Aceves nascono dall’idea del viaggio e raccontano delle eterne migrazioni dell’uomo.

Ingresso: 3 euro.  Accesso gratuito per i minori di 12 anni. I biglietti sono acquistabili presso le sedi espositive di Sant’Ignazio e Fortezza Medicea oppure presso l’Info Point di Piazza della Libertà, 1
Orari: dalle ore 10.00 alle ore 19.00.  Giorno di chiusura: lunedì
Info: 0575 356203

 MUSICA/ I Virtuosi del Teatro alla Scala protagonisti di “Arezzo Classica”

Lunedì 11 febbraio al Teatro Petrarca alle ore 21 prosegue la rassegna voluta da Comune di Arezzo, Fondazione Guido d’Arezzo e realizzata con CaMu – Casa della Musica di Arezzo. Protagonisti I Virtuosi del Teatro alla Scala, prestigioso ensemble cameristico scaligero che propone pagine di Haydn, Mozart e Boccherini con il violoncello solista di Sandro Laffranchini.

I “Virtuosi” sono un gruppo di musicisti dell’Orchestra del Teatro alla Scala e della Filarmonica della Scala, che hanno sentito l’esigenza di far musica insieme per condividere l’esperienza artistica maturata in decenni di collaborazione con i più famosi direttori del mondo. Grazie alla valorizzazione di talentuosi elementi interni al gruppo, il repertorio dei Virtuosi è ampio e versatile e include le composizioni per orchestra da camera del barocco italiano, del periodo classico, romantico e contemporaneo, il virtuosismo per strumento solista e orchestra, e le trascrizioni strumentali ottocentesche di arie e duetti del grande repertorio operistico italiano.

Biglietti: interi da 30 a 10 euro, ridotti soci Unicoop da 25 a 5 euro.

Vendita biglietti e abbonamenti: I biglietti sono disponibili al Teatro Petrarca nei giorni di mercoledì, giovedì e venerdì dalle ore 17 alle 19, e il giorno dello spettacolo dalle ore 10 alle ore 13 e dalle ore 15 all’inizio dello spettacolo. È possibile rivolgersi a Officine della Cultura, in via Trasimeno 16, dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 13 e dalle 15.30 alle 18. Biglietti disponibili anche nei circuiti Box Office Toscana e TicketOne.

Info biglietti e abbonamenti: Officine della Cultura 0575 27961

ITINERARI / Un tour alla scoperta del culto della Madonna del Conforto

E’ dedicato al culto della Madonna del Conforto, l’itinerario che la Fondazione Arezzo Intour insieme al Centro Arezzo Guide (realtà associata alla Fondazione stessa), organizza per venerdì 15 febbraio, giornata in cui tradizionalmente la città celebra quell’immagine sacra. Un viaggio alla scoperta delle vicende storiche e degli aneddoti che hanno reso famosa la Madonna del Conforto, ritenuta protagonista di fatti miracolosi, vero e proprio oggetto di culto per gli aretini di ieri e di oggi.

Il tour (che prenderà il via alle ore 15.00 e avrà la durata di 2 ore circa) ripercorrerà la storia della Madonna del Conforto attraverso le opere d’arte che nei secoli sono state prodotte nell’intento di celebrare e ricordare gli episodi che avrebbero visto protagonista l’immagine mariana.

Dalla cappella neoclassica che all’interno della Cattedrale accoglie e custodisce l’immagine venerata, alla famosa tavola con la “Pace di Siena” conservata all’interno del Museo Diocesano fino alla chiesa della Santissima Annunziata protagonista di un altro miracolo mariano e alla Casa Museo Ivan Bruschi, i visitatori potranno apprezzare uno degli aspetti più intimi e meno consueti della città.

Link per la prenotazione: http://www.arezzointour.it/madonna-del-conforto/

Costi: 15 euro (10 euro per i soci della Fondazione Intour o per gli ospiti delle strutture associate alla stessa; massimo 5 pax a socio). Gratis per i bambini fino a 12 anni.
Il ritrovo e la partenza è stabilita alle ore 15.00 del 15 febbraio dal punto informazioni “Benvenuti ad Arezzo” in piazza della Libertà 1.

INCONTRI CON LA CITTA’ / “Dire Fare Cultura”

“Dire fare cultura” è l’appuntamento pubblico con cui sabato 9 febbraio la Fondazione Guido d’Arezzo si apre alla città e invita tutti gli operatori culturali, le istituzioni e i cittadini interessati alla partecipazione.

L’incontro, che avrà luogo al Teatro Petrarca a partire dalle ore 9.30 e che sarà condotto da Alessandro Ghinelli, sindaco di Arezzo e presidente della Fondazione Guido d’Arezzo e Roberto Barbetti direttore della Fondazione Guido d’Arezzo, vuole presentare il modello, le intenzioni e le prospettive di un nuovo modo di fare cultura.

FUORI AREZZO / A Montevarchi la mostra “Botticelli, Della Robbia, Cigoli”

Botticelli, Della Robbia, Cigoli: Montevarchi riscopre il suo patrimonio artistico. Fino al 28 aprile, il Palazzo del Podestà ospita la mostra che, per la prima volta, presenta tutte insieme alcune importanti opere d’arte, realizzate dal ‘400 e al ‘700, per gli enti religiosi della città.

Una galleria di capolavori fra cui la pregevole l’Incoronazione della Vergine e Santi di Sandro Botticelli a Il miracolo della mula di Giovanni Martinelli e La Resurrezione di Cristo del Cigoli fino a Il Beato Felice da Cantalice di Jacopo Vignali.

Info: http: https://bit.ly/2Tz4dv1

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *